Blog: http://escopocodisera.ilcannocchiale.it

Ettore Sottsass

Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 - Milano, 31 Dicembre 2007) è stato riconosciuto a livello internazionale: architetto, designer, pittore, fotografo; un professionista a tutto tondo i cui progetti riprendono senz’altro la funzione della psiche umana. Dalle sue mani e dal suo pensiero sono nati alfabeti e linguaggi personalissimi.
I suoi oggetti
, i suoi mobili e le sue architetture hanno percorso la ricerca del dopoguerra rappresentando i passi più significativi di una evoluzione linguistica e concettuale che impone ad ogni progettualità un dovere di costante registrazione del lavoro e del comportamento umano, un linguaggio che è stato applicato in lui dal più piccolo soprammobile al progetto della città. Si chiedeva costantemente:"Che rapporto c'è tra la gente, i pensieri e lo spazio dove stanno? Se lo sapessi, se avessi capito che cos'è la gente, uno per uno, certo sarei un bravo architetto: un bravo costruttore di case dentro e fuori..." e questa sua domanda non ha soluzioni nel suo universo creativo se non nel "disegnare tutto quello che riguarda l'ambiente artificiale dove vivono gli uomini", e confessava: "Ho una curiosità continua in questo senso. Mi disegno intorno il mondo, mi disegno lo spazio dove vivo o dove vivono gli altri." Sottsass ha disegnato oggetti, macchine, ambienti, architetture che dall'uomo non sanno e non vogliono prescindere: la materia come segno attraverso il quale l'uomo manifesta la propria esistenza, la natura nemica che si può 'controllare' solo attraverso la meraviglia per le sue infinite domande senza risposta, lo spazio architettonico come luogo, metafora esistenziale.
 

  
 
Sottsass, Valentine 1969
                                     

                                               Sottsass Associati. Casa Olabuenaga, 
                                                             Maui, Hawaii, USA, 1989-97


Pubblicato il 14/1/2008 alle 16.10 nella rubrica Architetture.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web